Ninebot ES2: il monopattino elettrico 

Recensione e cura di Cristian Loria

Questo periodo di lockdown, con la drastica riduzione del traffico e la chiusura delle industrie, ha portato ad un netto miglioramento della qualità dell’aria soprattutto nella Pianura Padana. Questo è quanto afferma l’European Environment Agency che ha rilevato grande diminuzione delle concentrazioni di inquinanti atmosferici, in particolare di monossido e biossido di azoto (NO2), dovute proprio alla riduzione del traffico e alla chiusura delle indistrie. L’inquinamento atrmosferico,  causato da combustibili fossili,  è altamente nocivo per la nostra salute,  in particolare può essere concausa di malattie respiratorie e cardiovascolari, malattie che indeboliscono il nostro organismo rendendoci più vulnerabili a nuovi virus come il Covid19. Per il nostro benessere manteniamo l’aria pulita e muoviamoci in modo sostenibile.

La micromobilità elettrica , a Zero emissioni,  sta rivoluzionando il mondo, particolarmente per quanto riguarda gli spostamenti in città e oggi i monopattini elettrici sono uno dei maggior protagonisti in questa fase di ripartenza post lockdown.

Flessibilità, costi contenuti e facilità di utilizzo hanno permesso questo grande boom commerciale e culturale e , proprio in questi giorni, sono in discussioni possibili incentivi per promuovere la micromobilità elettrica.

Oggi facciamo la recensione del Ninebot ES2, uno dei best-seller per eccellenza.

I biglietti da visita sono:

  • Telaio in alluminio leggero ( solo 12,5 kg in totale )
  • Design
  • Sistema di doppio ammortizzamento

Incetta di Premi 

Esteticamente si può apprezzare il lavoro svolto dai designer, le soluzioni stilistiche e tecniche originali l’hanno premiato nel 2018 con l’ IF DESIGN AWARD.

Qualità e Rifiniture 

L’aspetto curato e minimal aumenta la percezione di qualità costruttiva, ottimi anche gli assemblaggi. La pedana è ricoperta da una protezione in gomma antiscivolo ed antivibrazioni. Il meccanismo pieghevole è veloce e stabile, non soffre come la concorrenza di oscillazioni durante l’utilizzo.

Il gancio porta borsa funge anche da blocco di sicurezza per quando è ripiegato ed il cavalletto è posizionato nella parte anteriore dov’è concentrato il peso per aumentare la stabilità durante lo stazionamento. La dotazione è davvero completa, c’è anche il cruise control e limitatore di velocità.

Sempre Connesso

Nel display, visibile anche con il sole, è completo di varie funzioni ( Velocità, livello di carica, modalità di guida, eventuali errori o guasti e segnale di connessione bluetooth)

Quando sincronizziamo tramite app ( completa ed intuitiva )lo smartphone con il Ninebot ES2, possiamo configurare le impostazioni e leggere i parametri vitali del mezzo tra cui:

  • Velocità
  • Cruise control e limitatore di velocità
  • Impostazione livello recupero energia (Basso, medio ed alto)
  • Aggiornamento firmware
  • Info batteria (Percentuale batteria, energia rimanente, stato batteria, tensione batteria, corrente e potenza erogata e temperatura celle)
  • Antifurto con bloccaggio motore
  • Set-up luci pedana e posteriore
  • Informazioni identificazione veicolo

Motore e Prestazioni

Il motore 36V situato all’interno della ruota anteriore, ha 3 mappature.

  • SPORT (massima potenza e limitatore a “25” km/h).
  • NORMAL (potenza ridotta e limitatore velocità personalizzabile).
  • “ECO” (6 km/h per poter circolare nei percorsi pedonali).

La potenza massima è di 300W nominali e 700W di picco, sufficienti per affrontare salite fino al 10%. Il freno elettrico si può impostare su 3 livelli di rigenerazione, il primo è davvero blando, adatto per percorsi molto lineari, la seconda modalità è sufficiente per un uso tranquillo, la terza invece è come si dice in gergo automobilistico “ One pedal drive” ovvero non si usa mai il freno per rallentare, si dosa l’acceleratore oppure si sfrutta il più possibile l’energia cinetica per ricaricare la batteria.

Si Può fare l’upgrade con la batteria ausiliaria, installandola nell’apposita sede sotto il gancio, raddoppiando autonomia ed incrementando lievemente le prestazioni.

Batteria

La batteria è situata all’interno del tubo anteriore, completa di BMS, soluzione che permette di avere un avantreno più stabile ed un design più pulito e minimalista. La capacità utilizzabile è di 187Wh (5200mAh) sono sufficienti per garantire un’autonomia che varia tra i 15 e 20 km a seconda dell’utilizzo. La batteria ha un voltaggio massimo di 42V e la capacità totale è di 218,4 Wh.

Luci 

Il faro anteriore si accende dall’unico tasto situato sotto il display, mentre per le altri luci le comandiamo tramite app e si trovano nella parte inferiore, sotto la pedana. Due le strisce a led, dai colori ed intensità luminosa personalizzabili e doppio stop posteriore (3 led per lato). Molto bello l’effetto cromatico e rendono la guida di notte più sicura.

Freni 

Il freno rigenerativo è più che sufficiente anche per una guida piuttosto dinamica, in condizioni di emergenza c’è il classico freno che va azionato con il piede. Soluzione poco “tecnologica”, la concorrenza fa di meglio, va detto anche che dato le velocità in gioco le differenze non sono abissali e comunque visibili solo in caso di frenate molto energiche.
 Solo a velocità con firmware “Custom” quindi superando i 30 km/h gli spazi di frenata si allungano sensibilmente. Meglio montare un kit aftermarket per potenziare la frenata.

Non si fora

I cerchi sono da 8” e montano entrambi pneumatici pieni da 8×125. L’assenza di camera d’aria limita l’assorbimento degli urti ma annulla completamente il fastidioso problema di bucare e regolare la pressione dell’aria, in compenso sono leggermente più scivolose sul bagnato.

 

Sospensioni

Il reparto sospensioni aumenta il confort generale ed è più che sufficiente per la tipologia del mezzo, la sospensione anteriore arriva presto a finecorsa, sui dossi o buche più importanti, specie in velocità si traduce in una botta secca che fa spaventare. Niente paura, problema facilmente risolvibile con mettendo un piccolo spessore in gomma, su Youtube ci sono tanti video in merito.

Per la sospensione posteriore niente da dire, impossibile far di meglio. Sempre confortevole anche sul manto stradale più sconnesso.

 

Considerazioni e Verdetto

Da tenere in mente al momento dell’acquisto che questo monopattino è nato per un utilizzo su manti stradali lisci, come ad esempio piste ciclabili. Per chi è spesso su percorso accidentati e fortemente sconnessi questo non è il modello più raccomandabile.

La portata è di 100kg, meglio non arrivare al limite sospensioni e parte elettrica sarebbero troppo sollecitate.

Il peso piuma del Ninebot ES2 è perfetto per chi ha l’esigenza di un mezzo pratico leggero e compatto, facilmente trasportabile su mezzi pubblici o caricarlo in macchina.

Non è economico, nei principali punti vendita costa circa 399€, posizionandosi nella fascia premium ma è ben fatto e piacevole da guidare anche grazie al baricentro più basso rispetto ai competitor.

 

Il Centro per le Comunità Solari è a disposizione per ulteriori informazioni. 

Leggi le nostre recensioni.

Ultimo articolo Energica