Acchiappawatt

Rispondere alle domande su energia e consumi è il nostro mestiere

Le basi di un progetto

Rivalorizzare il territorio

I nostri successi e i nostri fallimenti sono tra loro inscindibili, proprio come la materia e l’energia. Se vengono separati anche l’uomo muore”. Come afferma l’inventore fisico ed ingegnere Nikola Tesla è proprio dal binomio materia-energia che tutta la vita prende forma, ed ora che siamo in un’epoca protesa verso un consumismo “estremo” (specie per quello che riguarda i paesi in via di sviluppo e quelli già sviluppati) è giunto il momento di prendere consapevolezza di tali consumi e di valutare soluzioni pratiche per rivalorizzare il territorio e aiutarlo a “respirare”.

Ridurre gli sprechi

Per quanto riguarda nello specifico la realtà quotidiana delle abitazioni, l’obiettivo primario applicabile sin dal singolo individuo, è sempre il solito: ridurre gli sprechi (dove possibile eliminarli del tutto) e quindi risparmiare.
Sprecare meno significa stare più attenti, e per far ciò è necessario che i cittadini acquistino consapevolezza riguardo i consumi domestici innanzitutto.

l

I nostri studi

Gli studi nelle nostre Comunità Solari hanno messo in evidenza che una famiglia media è composta da circa 3 individui residenti in una abitazione di 70-90 mq appartenente alla classe energetica di consumo mediamente superiore alla D: nell’arco di 20 anni i consumi ammontano ad una cifra media di 50 mila euro, dei quali almeno 15 mila potrebbero essere risparmiati, se si operassero scelte di gestori più economici (comunque sempre efficienti), e di valorizzazione del potenziale e dell’efficienza energetica della casa.

Acchiappawatt

 

L’Acchiappawatt , attraverso il check-up energetico della tua casa, può gratuitamente fornirti validi consigli per recuperare i 15mila euro perduti e ulteriormente risparmiare operando una attenta riqualificazione della casa.
Questa figura definita anche Educatore energetico, è la prima persona che ciascuno può incontrare quando si iscrive alla “Comunità Solare”: entrando a far parte di questa realtà si sceglie di vivere rivedendo le proprie abitudini e cercando gli strumenti adatti per modificarle in modo da ridurre il costo delle bollette, costruire una casa più verde, muoversi in modo sostenibile e produrre energia rinnovabile in modo condiviso e conveniente.

Ascoltare

Insieme all’Acchiappawatt si sviluppa un vero e proprio piano energetico domestico che prende in esame tutta la casa e il nostro stile di vita. Il piano ha solo uno scopo informativo ed è utile per capire tutto ciò che si potrebbe fare per valorizzare le proprie case attraverso diversi approcci a basso, medio e alto profilo di rischio che vanno dalla valutazione delle migliori offerte di energia elettrica e gas, ad una serie di interventi tecnologici personalizzati e diversi a seconda delle abitazioni e delle esigenze degli abitanti, utili a rendere le stesse più efficienti (come ad esempio la sostituzione di elettrodomestici, l’installazione di impianti fotovoltaici, la sostituzione di infissi e la coibentazione delle pareti) fino alla mobilità elettrica per sostituire la propria vecchia auto con una nuova e performante automobile elettrica.

Suggerire

Il basso profilo di rischio riguarda una serie di suggerimenti anche più quotidiani, quantificati in termini di kWh e euro-risparmiati, come l’utilizzo delle cosiddette “ciabatte” con l’interruttore da spegnere durante la notte o quando ci si allontana da casa o comunque esse sono inutilizzate. Tutte queste operazioni hanno come scopo quello di costruire percorsi verso la transizione applicabili direttamente dai cittadini stessi, che si rendono attivi in un’ottica di rispetto chiaramente dell’ambiente ma anche delle persone (gestione delle energie a livello sociale). Tra le azioni a basso profilo di rischio vi è anche “La lotta al caro bolletta che viene vinta insieme alla ricerca”, infatti i ricercatori del Centro hanno realizzato grazie al supporto tecnico dell’Università di Bologna, un cerca offerte indipendente chiamato il Borsino delle Comunità Solari, ovvero un servizio gratuito che consente a ciascuno di valutare le offerte più adatte ai propri consumi di luce e gas, e selezionare i servizi di vendita più convenienti attraverso una serie di operazioni molto semplici.

Intervenire

Il medio profilo di rischio può essere costituito dalla sostituzione degli elettrodomestici o delle lampade attraverso un vero e proprio piano che ottimizza i risparmi energetici con gli investimenti per acquistare i nuovi dispositivi. Attraverso un attento investimento si possono far fruttare al meglio i propri investimenti scoprendo che il migliore investimento è proprio sulla casa stessa.
L’alto profilo di rischio riguarda invece la riqualificazione dell’abitazione che prevede tempi di rientro in un arco temporale di dieci anni. Vi sono varie forme di investimento che si possono studiare insieme all’Acchiappawatt come i modelli proposti dalle ESCo (Energy Service Company), ovvero quelle società che si occupano di effettuare interventi di miglioramento dell’efficienza energetica delle case assumendosi su di sé il rischio delle iniziative e liberando il cliente da ogni tipo di investimento e di onere organizzativo. In tal modo il cliente corrisponde alla ESCo di riferimento un canone definito SERVIZIO ENERGIA, di importo equivalente al valore delle bollette energetiche precedenti l’intervento, per un numero prestabilito di anni.

Risultati

Un investimento che se ben fatto si ripaga da solo e di fatto la casa, dopo 7-10 anni, è stata riqualificata sostanzialmente a costo zero cioè continuando semplicemente a pagare le bollette di energia elettrica e gas.
Alla stessa categoria di alto profilo di rischio appartiene anche la scelta di un auto elettrica attraverso le offerte di noleggi a lungo termine ed è interessante scoprire che queste formule costano sostanzialmente come acquistare una buona auto usata a metano con 80mila chilometri e rivenderla dopo 4 anni con 200mila chilometri effettuati: l’unica differenza è che l’automobile elettrica sarà nuova e di ultima generazione. Il car sharing ha anche il vantaggio di dimenticarsi tutti i problemi legati alla gestione dell’auto come il bollo, l’assicurazione, i tagliandi, la scelta delle gomme, la vendita dell’auto a fine vita, ecc…. in quanto rimangono problemi del noleggiatore.

F.A.Q.

Come faccio a contattare un Acchiappawatt?

Contattare un acchiappawatt è molto semplice. Diventa Cittadino Solare, riceverai un KIT con dentro tutte le informazioni.

Quanto costa parlare con un Acchiappawatt?

Nulla, il servizio è gratuito per tutti i Cittadini Solari.

Come fa l'Acchiappawatt a darmi consigli sensati?

I nostri Acchiappawatt sono persone competenti con esperienza del settore, ma non solo. Dietro ogni Acchiappawatt ci sono anni di studi e di raccolta dati con elaborazioni di importanti moli di informazioni. Non si tratta di consigli improvvisati, ma uno studio di anni svolto presso l’Università di Bologna e non solo.

Cosa posso chiedere?

Tutte le informazioni per risparmiare energia. Dalla scelta del miglior operatore di mercato alla valutazione di tuoi comportamenti o a consigli sugli acquisti di elettrodomestico o attrezzature energivore.

Posso chiedere una consulenza a casa mia o in azienda?

Questo dipende da molti fattori. In linea di massima si, ma prima contatta il tuo acchiappawatt ed esponi il tuo problema deciderete insieme come procedere. Comunità Solare non è una società di consulenza.

I miei dati sono ceduti a società che vendono energia?

Nessun dato è ceduto a terzi. Comunità solare non è finanziata o sponsorizzata da aziende che vendono energia e comunque non consiglia profili di consumo e contratti con aziende con cui ha rapporti. Siamo una realtà terza completamente scollegata dal mercato energetico.

|

Il futuro è nelle nostre mani

Siamo la prima generazione che comprende appieno il cambiamento climatico e l’ultima generazione che può fare qualcosa al riguardo

Petteri Taalas, segretario generale dell’Omm.